SpireAll
SpireAll

Auto Elettriche, Tecnologia & Ambiente

Categorie


RSS RSS Feed


L’Isola Alimentata Solo da Energia Solare

Filippo DecottoFilippo Decotto

Un’intera isola nel pacifico é ora alimentata soltanto da energia solare.

La settimana scorsa Tesla completava l’acquisizione di SolarCity con 2,6 miliardi di Dollari, e per celebrare la compagnia ha annunciato un gigantesco progetto che coinvolge proprio l’energia solare: cablando l’intera isola di Ta’u nelle Samoa americane (in mezzo al Pacifico). Prima l’isola era alimentata con generatori diesel, ma durante l’anno passato Tesla ha installato una micro-griglia di pannelli solari e batterie che fornirà “circa il 100%” di energia necessaria ai 600 abitanti di Ta’u.

Il progetto sta a dimostrare il potenziale beneficio dell’acquisizione di SolarCity, essendo le microgriglie a Ta’u comprese di 5328 pannelli solari di SolarCity e Tesla, insieme ai 60 batterie Tesla Powerpacks per l’accumulo. Il progetto è stato finanziato dal governo delle Samoa Americane e anche da alcune autorità statunitensi, compreso il ministero dell’interno. Tesla dice che permetterà all’isola di risparmiare tutto il budget che comprendeva l’uso di più di 109’500 galloni di diesel all’anno, assieme alle spese che servivano per trasportare il disel sull’isola.
“Considerata la crescita del costo del diesel, insieme al costo di trasporto del carburante all’isola, l’impatto finanziario di questa operazione é notevole” dichiara Tesla sul loro blog.

In caso di assenza di sole, la micro-griglia permetterà all’isola di rimanere completamente alimentata per tre giorni consecutivi e i suoi serbatoi si potranno ricaricare al 100% in sole 7 ore. Tutti i business della zona, insieme ai servizi come l’ospedale, la polizia e le stazioni dei pompieri utilizzeranno quindi l’energia solare per lavorare.

“Questo progetto aiuterà a diminuire le quantità del diossido di carbonio nel mondo. Vivendo su un’isola, si percepisce il surriscaldamento globale in prima battuta. La riduzione delle spiagge ed altre trasformazioni ambientali sono vitali qui. È un vero e proprio problema, e questo progetto sarà un buon esempio per tutti gli altri da seguire” dichiara un residente dell’isola intervistato sul blog di Tesla.