SpireAll
SpireAll

Auto Elettriche, Tecnologia & Ambiente

Categorie


RSS RSS Feed


Dendobrium: La Scommessa Di Singapore

Edoardo SadaEdoardo Sada

“Da Singapore con furore!” “Il fiore asiatico”… chiamatela come volete, quest’auto è pensata per attirare l’attenzione, e ci riesce bene!

Dendobrium-La-Scommessa-Di-Singapore

L’azienda si chiama Vanda’s electric, ed è un provider di soluzioni elettriche sia per il trasporto che non.
Probabilmente molti storceranno il naso davanti ad una hypercar asiatica ma noi siamo felici di celebrare ogni nuovo player che si impegna nella propulsione elettrica;
Inoltre ricordiamo che non è la prima hypercar elettrica asiatica ( rimandiamo all’articolo sulla Nio EP9) e anzi, se il futuro dell’automobile è destinato all’elettrificazione, cogliamo l’occasione per ribadire ulteriormente il monito alle aziende italiane di cominciare a muoversi in tal senso!
La Dendobrium prende il nome dalle orchidee, fiori tipici della Malesia, ed il nome stesso vuole sottolineare che tutta l’idea parta dal rispetto verso la natura e che le auto devono diventare ad emissioni zero secondo la vision di Vanda electrics.
Partendo quindi da questa filosofia  l’azienda si è ispirata anche nel design al fiore di cui l’auto porta il nome, infatti le porte ed il tetto si possono aprire in maniera sincronizzata, riprendendo quello che è il momento di “sbocciatura” della pianta esotica.

Dendobrium-La-Scommessa-Di-Singapore

“L’azienda ha in realtà in seno il progetto di una hypercar da molti anni”, come dichiara la CEO Larissa Tan, tuttavia solo i recenti sviluppi conseguiti nel campo della propulsione elettrica hanno consentito la realizzazione di questo modello di auto.

La Dendobrium è una Hypercar in tutto e per tutto: sviluppa 1500 cavalli di potenza puramente elettrica ed è dotata di un pacco batterie da 100 kw (sviluppato insieme a Williams Advanced Engineering) che le permette di raggiungere i 400 km di autonomia con una singola ricarica.
L’auto raggiunge i 100 km/h in 2.7 secondi e la velocità massima dichiarata dalla casa è di 320 km/h, il che la annovererebbe sicuramente fra le più veloci elettriche del mondo se fosse in produzione.
Il telaio è in alluminio e fibra di carbonio, per contenere il più possibile il peso, che si attesta intorno ai 1750 kg (migliorabile a parer nostro).
I freni sono naturalmente in carboceramica e monta cerchi da 20 all’anteriore e 21 al posteriore, con gomme Michelin.

Dendobrium-La-Scommessa-Di-Singapore
Gli studi aerodinamici dell’auto sono notevoli, e si nota che il partner tecnico ha una scafata esperienza in Formula1 da tutti i dettagli che l’auto presenta: un grande spoiler posteriore incolla il retro dell’auto all’asfalto, le sospensioni a trapezio, il doppio diffusore posteriore, l’aerodinamica in se viene direttamente dal mondo delle corse.
Ricordiamo tuttavia che l’auto, ad oggi una concept, è fatta per l’uso stradale, come dichiara la Tan.

Perché una scommessa? Perché come detto, ad oggi, l’auto è una “dynamic concept” ovvero non ancora in produzione ma quasi pronta per il mercato, e sarà dopo il debutto avvenuto al salone di Ginevra 2017 che l’azienda tirerà le somme per la messa in produzione. Crossing fingers!!!

Pro: di sicuro l’auto è interessante, il presupposto da cui nasce è molto nobile, l’affidabilità tecnica viene dall’esperienza Williams, e,come detto, è un giocattolo che attira!

Contro: viene Singapore e quindi costa un sacco!:)

#Spireall

Comments 0
There are currently no comments.