SpireAll
SpireAll

Auto Elettriche, Tecnologia & Ambiente

Categorie


RSS RSS Feed


Cosa sarebbe successo se il motore elettrico avesse prevalso sul termico?

Edoardo SadaEdoardo Sada

Più che l’articolo di un blog quanto verrà detto è una riflessione. In un primo momento il lettore potrà sentirsi in diritto di dire “con i se e con i ma la storia non si fa” o altre frasi atte a liquidare velocemente l’articolo-riflessione, tuttavia…

Oggi, mentre ero in coda di ritorno verso casa, mi sono messo a pensare fra una lenta ripartenza e l’altra, infastidito dal rumore dei veicoli che mi circondavano e dall’odore dei gas di scarico di moto, auto, autobus e camion; insomma ero un po’ incacchiato per la situazione.

All’inizio me la sono presa con  i vari assessori alla viabilità italiani, ma poi ho pensato che dopotutto le code ci sono ovunque ed è li che ho riflettuto su quanto quella situazione e quel momento sarebbero stati diversi se le centinaia di veicoli di quella coda fossero stati elettrici: rumori più contenuti, meno odori dei gas di scarico che grattano in gola, le minori emissioni ed il minor calore che quella colonna di automezzi avrebbe emesso.

Ad essere più precisi nella mia testa ho cercato di trasformare tutti i veicoli che vedevo in Nissan Leaf, Tesla e forse forse qualche Renault Zoe, le poche auto elettriche che oggi hanno rilevanza a livello commerciale.

Quell’immagine tuttavia non era verosimile, erano troppi pochi marchi contando che intorno a me vedevo almeno sette auto di sette case costruttrici diverse…

E allora per rendere più verosimile quella conversione ideale, riflettendo, mi sono chiesto: “chissà quali tipi di automobile mi circonderebbero SE, a suo tempo, l’industria delle auto avesse continuato a puntare sul motore elettrico e non sul motore termico?”

Il “tanto non è successo” mi riempiva la testa, tuttavia l’idea continuava a rimanere (sono stato in coda mezz’ora quindi di tempo ne ho avuto).

Era un’ipotesi così inverosimile? Difficile? Non saprei… Dopotutto il motore elettrico e quello termico più o meno sono coetanei, e ambedue hanno iniziato ad essere montati sulle auto.

La prima automobile a superare il muro dei 100 km/h fu elettrica; La Jamais Contente (di cui una copia è esposta al museo dell’auto di Torino, che invito a visitare).

Lo stesso Ferdinand Porsche (padre di colui che ha reso noto il marchio) creò una delle prime elettriche della storia nonché la prima Porsche in assoluto, la Porsche P1.

Per chi fosse interessato quest’auto esiste ancora oggi, custodita dalla casa madre in nel museo di Stoccarda.

Quanti di voi sapevano che la prima Porsche fosse elettrica?

La nascita delle due auto sopra citate avviene a cavallo fra il XIX° ed il XX° secolo, epoca in cui la tecnologia dell’automobile è appena nata, e si deve ancor affermare quello che è il miglior sistema di propulsione ad essa applicabile: i motori a  benzina, quelli elettrici o a vapore? O perché no degli ibridi, di cui lo stesso Porsche fu “padre” insieme al suo datore di lavoro Jakob Lohner, la Lohner-Porsche presentata all’esposizione universale di Parigi nel 1900.

Il mondo dell’automobile insomma, appena nato aveva una corrente di pensiero legata all’elettrico, tuttavia la storia ci insegna che questa tecnologia è stata accantonata grossomodo fino ai giorni nostri.

I motivi possono essere plurimi, ma direi che sono più legati al mondo dell’economia e della politica rispetto che a quello della tecnica (le auto avevano più o meno prestazioni comparabili) ma per ora è meglio non imbattersi in acque politico-economiche, dopo tutto “tanto ormai è successo” no?.

Ma SE non fosse successo,? SE le auto elettriche ed il loro sviluppo, che oggi prosciuga i conti delle sezioni R&S delle principali case automobilistiche, e quindi sembrano essere il successivo passo evolutivo dell’auto, (questo per ora non sembra accadere in Fiat-Chrysler, ma un giorno il Dott. Marchionne ci spiegherà il perché) come sarebbe stata oggi quella colonna di auto? Come sarebbero le città? Come sarebbe il MONDO? Visto e considerato tutto quello che gira intorno al petrolio, dalle guerre in Medio Oriente, alle emissioni, al cambiamento climatico e quindi cicloni alluvioni e tutto ciò che da essi consegue etc…

Ma soprattutto, e questa domanda la rivolgo ai puristi del carburante che sono restii verso le auto elettriche e non vi vedono un futuro: “Se a prendere il sopravvento nel XX° secolo fossero state le auto elettriche e quindi oggi le nostre città potessero essere più pulite, silenziose, con meno polveri sottili, e qualcuno vi proponesse un’auto a motore termico, dimostrando che servono motori più grandi, rumorosi, con emissioni nocive e che vanno con un carburante che può infiammarsi ed esplodere, oggi, in quel ipotetico caso cosa scegliereste?”.