SpireAll
SpireAll

Auto Elettriche, Tecnologia & Ambiente

Categorie


RSS RSS Feed


7 Buoni Motivi Per Cui Scegliere Un’Auto Elettrica

Edoardo SadaEdoardo Sada

Il mercato automobilistico è agli albori di un cambiamento radicale che vede concretizzarsi sempre più la strada dell’elettrificazione.

Vediamo di seguito di elencare alcuni dei vantaggi che questa transizione comporterà sia dal punto di vista dell’innovazione dei veicoli che su quelle che possono essere le ripercussioni sociali.
Anzitutto è bene parlare del fatto che le automobili elettriche non sono un’assoluta novità, ma rappresentano una tecnologia che esiste da più di 100 anni, come riportammo nell’articolo “cosa sarebbe successo se l’elettrico avesse prevalso sul termico“, la prima automobile della storia a superare i 100 km/h di velocità fu la Jamais Contente nel 1899.
Purtroppo gli eventi storici non spalleggiarono questa tecnologia e si può dire che tutti noi ne abbiamo pagato le conseguenze!
Oggi le auto elettriche si stanno riproponendo a ritmi crescenti sul mercato anche se in % molto bassa (circa lo 0.4% delle auto su strada è elettrico), ed ogni anno nuovi players decidono di raccogliere questa sfida-opportunità proponendo nuovi modelli.
Un primo elemento positivo di questa tecnologia consta sicuramente nella velocità di evoluzione dei mezzi.
Da quando i primi marchi si sono affacciati concretamente sul mercato le auto elettriche hanno conosciuto una veloce e costante evoluzione, vediamo alcuni punti:

1.Autonomie fino a 1000Km

Nel giro di 10 anni, cioè da quando si sono proposte fermamente sul mercato, le auto elettriche hanno quasi raddoppiato la loro autonomia ne sono un esempio le Tesla, Renault Zoe, Nissan Leaf e le dichiarazioni di case come Lucid (1000 km), Faraday Future (700 km) e tanti altri. Di questo passo l’autonomia dei veicoli elettrici da “tallone d’Achille” diventerà un punto di forza.

2.Maggiore Sicurezza

Le auto elettriche ottengono delle altissime valutazioni nei test di sicurezza (e invitiamo ad andare a consultare i risultati dei test sul sito https://www.nhtsa.gov/ratings), questo è perchè presentano delle caratteristiche tali da rendere più sicuro il veicolo;  per esempio la diminuzione del rischio di incendio o esplosione, che invece è alto nelle auto a benzina.
Le batterie, che in genere vengono poste sul pianale dell’auto, contribuiscono ad abbassare il centro di gravità e generalmente portano a due risultati molto positivi: da un lato viene migliorata la tenuta di strada dell’auto, e dall’altro, diminuisce anche il rischio di ribaltamento.
Inoltre molti test dimostrano come proprio questo fatto irrobustisca la struttura del veicolo e di conseguenza questa sia più atta ad assorbire gli urti proteggendo i passeggeri.
Il fatto che i motori delle auto elettriche siano più compatti permette di inserirli fra gli interassi dell’auto e quindi, non essendoci il blocco motore nel cofano anteriore, durante un impatto frontale, viene meno uno dei pericoli maggiori delle auto a combustione ovvero il rischio di schiacciamento dei passaggeri che si trovano nei posti anteriori; questo accade quando, a seguito di un impatto il motore che ha una massa ingente e non si deforma, a differenza della carrozzeria e del pianale finisce per  invadere l’abitacolo.
Infine la tanto discussa guida autonoma che è  ancora in fase di sviluppo per la maggior parte delle case, è un elemento che di fatto diminuisce sensibilmente il rischio di incidenti poiché si interviene sull’errore umano che ad oggi è causa del 94% degli incidenti come riportato dalla National Highway Traffic Safety Administration.

3.Coppia Istantanea

Il motore elettrico, per sua natura, è in grado di erogare istantaneamente tutta la potenza di cui dispone, senza dover aspettare il fatidico “momento di coppia”, il che garantisce delle accelerazioni molto più rapide; le auto elettriche ci stanno infatti abituando a numeri sensazionali che fino a qualche anno fa appartenevano solo al mondo delle corse o a quello delle auto da milioni di euro.
Vediamone alcuni: Tesla Model S 0-100km/h in 2.5”; Tesla Model X 0-100km/h in 2.7”; Lucid Air 0-100 km/h in 2.5”; Bmw i3 da 0-50 km/h è più veloce di un M3; Rimac Concept One 0-100 km/h 2.5” (…ma in effetti quest’ultima è un auto da quasi un milione di euro :).

4.Zero Emissioni

Secondo le stime, il traffico delle automobili pesa circa il 23% (Sole 24 Ore) di quelle che sono le emissioni globali, e quindi una conversione verso l’elettrico impatterà inevitabilmente su questo dato. Per essere più precisi di questo 23%, l’ 81% è dovuto al traffico su strada, l’8,8% al traffico marittimo, lo 0,04% al trasporto su ferro ed il restante 9.6% circa al trasporto aereo.
Con questi numeri si capisce quanto sia importante agire sulla fetta dei trasporti su strada (privati e non).
Una progressiva penetrazione delle auto elettriche nel mercato porterà una serie di vantaggi intrinsechi correlati alla natura del mezzo, per esempio: sempre più produttori di auto tendono ad abbinare il proprio prodotto a fonti di ricarica che erogno energia pulita (va da sé che sarebbe stupido pubblicizzare un auto elettrica alimentata da energia prodotta dal carbone..)
Tesla oltre a garantire ricariche elettriche per i propri clienti, grazie a Solar City  dichiara ,secondo diverse fonti, di aver abbassato del 90% il costo dell’energia fotovoltaica.

 

5. € 5.00 per un “pieno”

Quello che rappresenta di sicuro un iniziale risparmio è il costo della ricarica, decisamente inferiore rispetto ad un tradizionale pieno di carburante (max dei 5 Euro a ricarica ). Alcune auto si ricaricano anche con meno come Smart elettrica, Zoe etc
Come viene riportato da Alix Partners, il costo di produzione di un motore elettrico è molto meno oneroso rispetto a quello di un motore elettrico, i motivi sono plurimi, ma banalmente i componenti di un motore termico sono molti di più rispetto a quelli di un motore termico e di conseguenza il motore elettrico risulta di più facile costruzione e rappresenta un vantaggio economico nei costi di produzione.
Un altro vantaggio che si avrà grazie alla scelta di un’auto elettrica è di sicuro il fatto che la manutenzione abbatterà notevolmente i suoi costi, poichè come riportato precedentemente le auto a motore elettrico hanno molte meno parti mobili e quindi le componenti soggette all’attrito sono meno. Quindi cambi dell’olio, dei filtri etc saranno un ricordo!
A rappresentare un costo sostanziale sono invece le batterie che ad oggi sono l’oggetto di numerosi studi di R&S da parte delle case ma gli sviluppi sono notevoli e costanti, basta vedere con che velocità le autonomie dei mezzi a propulsione elettrica aumentano.
In sostanza comprare un’automobile elettrica è più oneroso rispetto all’acquisto di un automobile tradizionale. Tuttavia è da riportare che l’intento dei produttori è quello di allineare i prezzi all’attuale mercato al fine di incoraggiare all’acquisto i consumatori, di conseguenza, questo svantaggio iniziale durerà ancora per poco.

6.Sociale

Guidare un’automobile elettrica rappresenta un gesto responsabile nei confronti della società; l’impatto ambientale è sicuramente minore grazie all’assenza di gas di scarico e via via le auto elettriche diventeranno più sicure sia in città che non.
Va inoltre sottolineato come l’auto elettrica porta con se una serie di servizi alla persona che attualmente non ci sono; è infatti un prodotto atto alla sharing economy ,e anche grazie alla guida autonoma, il concetto di auto non coinvolgerà strettamente il singolo proprietario, ma molte auto saranno messe a disposizione del pubblico: in futuro grazie alla guida autonoma ogni privato potrà decidere di “far lavorare” la propria auto nei momenti in cui non viene utilizzata dallo stesso.
Questa nuova concezione del prodotto automobile ridurrà il globale numero di veicoli presenti in circolazione e potrà migliorare la vivibilità delle città.
Avere più auto elettriche in città sinonimo di meno pericoli, meno inquinamento, più spazi, e tutti i vantaggi che ne derivano.

7.Logico 🙂

La somma di quanto citato porta le auto elettriche a proporsi sul mercato come una delle alternative più logiche per quello che sarà il mercato delle automobili di domani:)

#spireall#enjoyelectric

 

Comments 0
There are currently no comments.